Gli Eagles battono Michael Jackson: è loro il disco più venduto

“Thriller” di Michael Jackson sorpassato dal “Greatest Hits ’71-’75” della band di Los Angeles, che arriva a 38 milioni di copie vendute negli Stati Uniti. Sul podio anche “Hotel California”

Michael Jackson perde lo scettro. Il suo celeberrimo “Thriller” non è più l’album più venduto di sempre negli Stati Uniti. Colpa di “The Greatest Hits 1971-1975” degli Eagles, che ha appena effettuato lo storico sorpasso e diventa così il maggior successo commerciale di tutti i tempi sul mercato Usa.

38 dischi di platino

La Riaa (Recording Industry Association of America), riporta la Associated Press, ha certificato come “38 volte disco di platino” la raccolta dei successi della rock band di Los Angeles. Il che significa che il loro disco ha raggiunto i 38 milioni di copie vendute negli Stati Uniti, contro i 33 di “Thriller”, storico album di Michael Jackson del 1982. Il Greatest Hits degli Eagles, uscito nel 1976, fu la prima raccolta del gruppo e contiene canzoni indimenticabili, come “Take it Easy” e “One of These Nights”. Nel giro di poco più di 40 anni ha venduto ben oltre le 40 milioni di copie in tutto il mondo, di cui 38 solo negli Usa. Per conquistare un disco di platino, secondo gli standard Riaa è necessario “certificare” la vendita di un milione di album o canzoni (i vecchi “singoli” o 45 giri). Dal 2013 la società ha iniziato a calcolare anche i dati derivanti da download e streaming su YouTube, Spotify e altri servizi di musica digitale; questa la scala di conversione: 1.500 streaming di un brano o il download di 10 canzoni vengono equiparati alla vendita di un disco.

“Thriller” rimane leader mondiale

Un dato che ha spinto il best seller di Michael Jackson al secondo posto nella classifica all time a stelle e strisce. “Thriller”, infatti, si ferma a 33 milioni di copie vendute negli Usa, anche se il suo primato mondiale resta inavvicinabile, con oltre 100 milioni di acquirenti dal 1982 a oggi. Il record ha spinto gli Eagles a una sentita dichiarazione pubblica: “Vogliamo ringraziare le nostre famiglie, i nostri manager, tutta la nostra squadra, le persone che lavorano alla radio e, soprattutto, i nostri fedelissimi fan che ci sono rimasti sempre vicini negli alti e bassi di questi 46 anni” (dal primo disco, ndr).

“Hotel California” al terzo posto

“È stata una cavalcata meravigliosa”, ha commentato ancora Don Henley, cantante e batterista degli Eagles, una volta appresa la notizia. La raccolta di successi non è l’unico lavoro degli Eagles a brillare nelle classifiche. Sempre secondo i dati della Recording Industry Association of America, “Hotel California”, pubblicato nel 1977, avrebbe raggiunto i 26 dischi di platino, piazzandosi così sul gradino più basso del podio dei dischi più venduti di tutti i tempi negli Usa.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*