1959-2019, 60 anni di…collant

Nati nel 1959 i collant, contribuirono alla liberazione femminile.A quadretti, a pois, coloratissimi:eccoli protagonisti dopo decenni di anonimato.

Vogliamo parlare dei tanto disprezzati collant, quell’indumento che è stato bandito da tempo dai red carpet e che americane e inglesi rifiutano di indossare preferendo le gambe blu (per il freddo si intende)? Ebbene, quest’anno compiono 60 anni e si sono presi la loro rivincita:in questo scorcio di autunno 2019 sono di grandissima moda.

A certificarne la rinascita del collant, le ultime sfilate dove è stato protagonista con svariati colori e con fantasie che talmente varie da accontentare anche le incontentabili.

E,poi, basterebbe guardare i personaggi famosi come la Ferragni che li sfoggia a più non posso o la fanatica Rihanna.

A inventarli fu l’americano Allen Gant, allora a capo dell’azienda tessile Glen Raven Mills, ma l’idea gliela diede la moglie Ethel.

Era il 1953 e lei, come era di consuetudine all’epoca,era costretta ad accompagnarlo in lunghi viaggi in treno.

Con reggicalze e calze di nylon sui treni, sai le complicazioni.Così ad un certo punto, la signora Gant sbottò:”Ma perchè non prendete due calze e le appiccicate ad una mutanda?”. Gant fece tesoro della lamentela e nell’agosto del 1959 il primo collant fu messo in commercio.

Grandi personaggi e attrici hanno indossato e indossano il collant: come Marilyn Monroe, Jane Fonda,Mia Farrow,Sophia Loren e la duchessa  Kate Middleton, che nonostante la Regina Elisabetta è intransigente sui collant come decoro, lei ubbidisce ma li rende fashion.

Cinque consigli per non sbagliare nell’indossarli:

1° Sembrerà banale ma è fondamentale scegliere i collant della propria misura, per evitare pieghe o che scendano a metà coscia.

 Se si vuole essere alla moda? Optate per collant colorati, tartan, fantasie o pois.Anche le calze a rete sono tornate, per le più giovani.Abbinate i collant “perbenino”all’anfibio per un effetto spiazzante.

3° Se si vuole l’effetto gamba indossate il collant dello stesso colore della gonna:lo stacco della gamba sembrerà interminabile.Al contrario con il tartan l’effetto “allargamento” della coscia è dietro l’angolo.

4° Variare.Il cambio colore o di  fantasia di un collant può rendere diverso lo stesso look.Per le più giovani: indossate collant diversi sotto i jeans strappati.L’effetto wow è assicurato.

5° Per la sera scegliete il trasparente; ammessi anche il dorato e l’argentato.La gamba nuda mai : evidenzia i difetti come la pelle poco compatta o le vene.

 

Autore: Carmelo Scalisi

Condivi su