Come hai detto che ti chiami?

Cantanti o animali feroci,eleganti, graziosi…

Le voci femminili degli anni 60 aveva spesso un soprannome.La moda prese il via con Mina, la Tigre di Cremona e Milva, la Pantera di Goro.

Sanremo aveva per protagoniste Iva Zanicchi l’Aquila di Lingonchio, Orietta Berti l’usignolo di Cavriago (ma in origine era la Capinera dell’Emilia), Rita Pavone la Zanzara di Torino e via via più forzati e meno usati, Patty Pravo la Civetta di Venezia, Nada il Pulcino di Gabbro, Alice la Cerbiatta di Forlì.Più tardi anche Tiziana Rivale, vincitrice a Sanremo nel 1983, divenne la Leonessa di Gaeta, Carmen Consoli la Cantantessa di Catania.

Qualcuna gradiva,qualcuna no.Il vezzo aumentò più la popolarità di cittadine poco note che non quella delle cantanti.

E nel mondo dello sport troviamo Marco van Basten centravanti del Milan negli anni 80, veniva chiamato il Cigno; il calciatore svedese Zlatan Ibrahimovic è il fenicottero di Malmo; Alessando Del Piero ex calciatore della Juve è Pinturicchio; Roberto Baggio il Codino; Gigi Riva era Rombo di Tuono.

Autore: Carmelo Scalisi

Condivi su