I concerti vanno “in pausa”: live slittati al 2021

L’impatto del Covid-19 sul settore dello spettacolo è stato, è e sarà devastante, assicurano le associazioni di categoria. Numerosi cantanti hanno  deciso subito di rinviare al 2021 i loro show musicali dal vivo.

Assomusica ha così annunciato che tanti concerti delle star saranno posticipati al 2021. O a data da definire. Anche quelli previsti a settembre, come lo show di Ligabue nella nuova arena di Campovolo per i suoi 30 anni di carriera (la nuova data sarà nota entro fine luglio).

Cosi come l’attesissimo Concerto delle 7 donne – Una nessuna centomila, in programma per il 19 settembre (con Fiorella Mannoia, Emma, Alessandra Amoroso, Giorgia, Elisa). In stand-by anche i live di Vasco, Zucchero, Baglioni, Cremonini, Venditti e De Gregori.

Tiziano Ferro ha realizzato  un video in cui, leggendo il decreto, ha annunciato ai fan che il suo tour di quest’anno è annullato e che le stesse date nelle stesse città resteranno valide nel 2021: «Senza direttive ufficiali non avremmo potuto spostare le date e proteggere gli acquirenti».

Ma anche gli artisti stranieri sono stati penalizzati dal lockdown musicale: saltato il concerto di Paul Mc Cartney in programma per giugno in Toscana, come pure quelli di Lenny Kravitz, James Blunt, Eric Clapton, Celine Dion, Simple Minds e Cat Stevens.

Autore: Carmelo Scalisi

Condivi su