Nascono le emoticons

Diciannove settembre 1982 l’informatico statunitense Scott Fahlman di fronte alla necessità di distinguere testi seri da altri scherzosi per evitare malintesi, propone l’utilizzo di alcune sequenze di caratteri che lette lateralmente possano comunicare uno stato d’animo: nascono le emoticons.

Nel messaggio indica la sequenza : – ) per indicare messaggi scherzosi e : – (  per quelli “che non sono uno scherzo”.

 

Autore: Carmelo Scalisi

Condivi su