site loader
site loader
30 Novembre 2022 Dopo l’esperienza del Covid l’ufficio piace sempre meno

Dopo l’esperienza del Covid l’ufficio piace sempre meno

Nell’era post-Covid il lavoro in ufficio piace molto meno. Lo conferma un recente sondaggio svolto in Germania per conto di Slack e che ha interpellato chi ogni giorno lavora fra scrivania e tastiera. Secondo la ricerca il 23% dei 2000 interpellati ha confermato di essere insoddisfatto delle sue attuali condizioni lavorative, di questi il 6% ha ribadito di avere «intenzioni concrete di cambiamento». I motivi sono da una parte sempre quelli proverbiali – come la retribu zione (82%) e i capi incompetenti (72%) – ma ce ne sono anche di nuovi. Fra questi spicca senz’altro l’equilibrio tra lavoro e vita privata (74%) così come la possibilità di smart working. Questa piace alla stragrande maggioranza degli interpellati, che la preferiscono al solo ufficio (89%), per una modalità ibrida – un po’ e un po’ – è invece il 5%. L’infrastruttura digitale e la flessibilità saranno quindi caratteristiche importanti del lavoro del domani, ma anche di oggi. (20 minuti.ch)

30 Novembre 2022 Calcio, Frappart prima donna arbitro Mondiali. Nel 2019 arbitrò a Catania

Calcio, Frappart prima donna arbitro Mondiali. Nel 2019 arbitrò a Catania

La francese Stephanie Frappart arbitrerà il match Costa Rica-Germania,giovedì prossimo. E’la prima volta di una donna ai Mondiali. E sarà assistita da 2 donne come guardalinee:la brasiliana Neuza Back e la messicana Karen Diaz Medina. Per Stephanie non sarà niente di nuovo. Arbitro di calcio dal 2011, ha diretto partite della Fifa, della Ligue, della Uefa e ora arriva ai Mondiali come prima delle tre donne arbitro di un gruppo di 36 direttori di gara: finora nessuna era stata ancora scelta come arbitro, tutte e tre avevano svolto il ruolo di quarto uomo.

La signora Frappart arbitrò a Catania nel novembre 2019 allo Stadio Angelo Massimino la partita della Nazionale Italiana Under 21 contro i pari grado dell’Armenia.

29 Novembre 2022 Trentotto anni fa debuttava “Do the know it’s Christmas ?”

Trentotto anni fa debuttava “Do the know it’s Christmas ?”

Ventinove novembre 1984, viene pubblicato nel Regno Unito, il singolo “Do they know it’s Christmas?” per raccogliere fondi di aiuto contro la fame in Etiopia.

Al progetto del cantante Bob Geldof, hanno partecipato quarantadue tra i principali artisti britannici.

Al progetto “Band Aid” parteciparono: Phil Collins,Boy George, Bono Vox, Adam Clayton,Duran Duran, Bananarama, Sting,Paul Weller e Paul Young.

Il singolo in Italia venne pubblicato il 3 dicembre dello stesso anno e si piazzò alla 19^ (arrivando anche al #1) posizione della Top 100.

29 Novembre 2022 “Viva Radio2!” il morning show del ritorno di Fiorello in tv

“Viva Radio2!” il morning show del ritorno di Fiorello in tv

Lo studio di via Asiago dal 5 dicembre alle 7.15 e per sei mesi ospiterà Viva Rai2! il morning show che segna il ritorno di Rosario Fiorello in tv e in Rai. «Noi non guardiamo in faccia a nessuno — dice nella esilarante conferenza stampa in viale Mazzini —: senza astio ma diremo tutto quello che c’è da dire, su destra, sinistra, centro… E non ci sottrarremo nemmeno alle polemiche, ci piacciono!».

Il progetto di Viva Rai2! coinvolge l’intera Rai. Oltre alle puntate del mattino, su Rai 2 dal lunedì al venerdì, lo show andrà in contemporanea su RaiPlay e Radio Tutta Italiana, in replica su Rai 1 in terza serata («Con contenuti ad hoc») e nel weekend, alle 10.30, su Rai Radio 2. E Fiorello: «Siete sicuri debba durare sei mesi?».

28 Novembre 2022 Bono Vox da Fazio: «Putin è un bullo viva la libertà»

Bono Vox da Fazio: «Putin è un bullo viva la libertà»

«Sai cosa non piace agli italiani e cosa non piace a me? I bulli. Putin è un bullo e sta bullizzando un’intera Nazione». Bono a Che tempo che fa si esprime così sulla guerra in Ucraina: «Putin e il suo amico bielorusso Lukashenko sono due vecchi grigi, noiosi e assassini. La libertà è più sexy di tutta questa roba. Non perdete la libertà: è la parola più bella al mondo», ha detto il 62enne leader degli U2, intervistato da Fabio Fazio per presentare in Italia la sua autobiografia “Surrender”. Bono ha fatto il suo ingresso in studio sulle note di un classico degli U2, “With or without you”. E
ha cominciato a raccontare il suo libro partendo dal delicato intervento chirurgico subito nel 2016 citando anche la prematura scomparsa della madre quando lui aveva solo 14 anni, l’amicizia con l’ex presidente statunitense Barack Obama e l’incontro con Nelson Mandela. (Leggo The Social Press)

28 Novembre 2022 Accade a Harry Styles ex One Direction. Se la tua stalker poi ti stalkera l’investigatrice

Accade a Harry Styles ex One Direction. Se la tua stalker poi ti stalkera l’investigatrice

Assunta per indagare e proteggere il cantante britannico Harry Styles da una sua stalker particolarmente insistente, ha finito per essere… stalkerata a sua volta. Il processo in corso in questi giorni a Londra nei confronti della sfegatata fan spagnola dell’ex One Direction, ripreso dalle pagine del Telegraph, ha svelato alcuni altarini davvero inquietanti della giovane. Su tutte c’è il morboso interesse sviluppato anche per l’investigatrice Michelle Roycroft, che si è trovata letteralmente sommersa da minacciosi messaggini social (100) da parte dell’imputata. Particolarmente preoccupante una serie di email mandate al suo indirizzo di lavoro.

«Non l’ho denunciata perché ero preoccupata per il suo stato di salute mentale», ha dichiarato Roycroft in tribunale. Forse un errore, considerando che la ragazza il 16 febbraio del 2021 si sarebbe (nuovamente) introdotta in casa di Styles aggredendo una ragazza che si trovava lì con lui.

27 Novembre 2022 I primi “80 anni” di Jimi Hendrix

I primi “80 anni” di Jimi Hendrix

Oggi sarebbe stato l’80esimo compleanno di Jimi Hendrix.
Nella sua pur breve carriera ha cambiato il modo di suonare la chitarra creando uno stile tutto suo che poi avrebbe fatto scuola.

James Marshall “Jimi” Hendrix (Seattle, 27 novembre 1942 – Londra, 18 settembre 1970) è stato  un chitarrista e cantautore statunitense.

È stato uno dei maggiori innovatori nell’ambito della chitarra elettrica: durante la sua parabola artistica, tanto breve quanto intensa, si è reso precursore di molte strutture e del sound di quelle che sarebbero state le future evoluzioni del rock attraverso un’inedita fusione di blues, rhythm and blues/soul, hard rock, psichedelia e funky.

Secondo la classifica stilata nel 2011 dalla rivista Rolling Stone, è stato il più grande chitarrista di tutti i tempi. Si trova infatti al primo posto della lista dei 100 migliori chitarristi secondo Rolling Stone, precedendo Eric Clapton e Jimmy Page.

Due sue esibizioni, in particolare, sono entrate di prepotenza nell’immaginario collettivo: il suo esordio al festival di Monterey del 1967, in cui concluse la performance dando fuoco alla sua chitarra davanti ad un pubblico allibito, e la chiusura del festival di Woodstock del 1969, durante la quale, con dissacrante visionarietà artistica, reinterpretò l’inno nazionale statunitense in modo provocatoriamente distorto e cacofonico che lui, però, definì bellissimo. Ciò inoltre fece di lui uno dei maggiori critici riguardo alla guerra del Vietnam.

27 Novembre 2022 Addio alla popstar Irene Cara, Oscar per “Fame” e “Flashdance”

Addio alla popstar Irene Cara, Oscar per “Fame” e “Flashdance”

E’ scomparsa, a 63 anni, la cantante e attrice Irene Cara. La pop star americana era diventata famosa per successi diventati hit generazionali come Fame, per cui ha ricevuto l’Oscar nel 1981 e Flashdance…What a feeling, con musiche di Giorgio Moroder, per cui ricevette un’atra statuetta nel 1984.Irene è morta nella sua casa in Florida ma per ora non sono state rese note le cause del decesso.

La vera svolta per lei arrivò a 20 anni, quando Alan Parker, regista di Fame (Saranno famosi) la scelse per interpretare il ruolo di Coco Hernandez (per cui avrà anche una nomination come miglior attrice ai Golden Globe). Newyorchese del Bronx, incoraggiata alla vita artistica dai genitori, papà portoricano e mamma cubana americana, finì sotto la luce dei riflettori già a 3 anni, quando arrivò fra le finaliste di Little Miss America. Dopo i successi degli Anni 80 e un periodo difficile con la sua casa discografica, continuò ad alternare recitazione e canto, esibendosi negli ultimi anni con una sua band al femminile, le Hot Caramel.

27 Novembre 2022 Addio Renato Balestra, decano alta moda

Addio Renato Balestra, decano alta moda

E’ morto a Roma lo stilista Renato Balestra, decano dell’alta moda. Aveva 98 anni. Lo annunciano le figlie Fabiana e Federica assieme alla nipote Sofia,alle quali andrà la gestione del marchio. I funerali martedì 29 novembre a Santa Maria del Popolo. Triestino d’origine nel 1954 si trasferisce a Roma e inizia a lavorare per Emilio Schubert, Maria Antonelli e le Sorelle Fontana. Nel ’58 presenta le sue collezioni negli Usa e nel 1959 apre il suo primo atelier a Roma. Nel ’63 sfila nella Sala Bianca di Palazzo Pitti. Il suo blu simbolo ancor oggi della maison.