site loader
site loader
14 Ottobre 2017 Etna Beer Fest: Arriva la prima “Festa della Birra” a Ragalna

Etna Beer Fest: Arriva la prima “Festa della Birra” a Ragalna

Etna Beer Fest, un fiume di birra per gli appassionati della “Pinta”: rossa; chiara; scura; pronta a soddisfare i palati degli etnei.

Etna Beer FestUn weekend che pone la birra come protagonista, dove i visitatori potranno conoscere e apprezzare una fantastica “Pinta” di Birra. La manifestazione si svolgerà nella prestigiosa cornice di Piazza traccia dell’Acqua, nel favoloso terrazzo lavico di Ragalna, a due passi dall’Etna che fa da sfondo naturale alla manifestazione.  A “Etna Beer Fest” ad accompagnare le bionde, le rosse e le scure: La diretta Radiofonica con Salvo Saladdino, Enzo Sangrigoli, Nicola Neri e Giacomo Marchese, dalle ore 18.00 di domenica 22 Ottobre.

Etna Beer Fest, ti aspetta a Ragalna, sabato 21 e Domenica 22 Ottobre  2017, non mancate!

14 Ottobre 2017 Cliff Richard, buon compleanno.

Cliff Richard, buon compleanno.

 Auguri a Cliff Richard che oggi compie 77 anni.

Cliff Richard nome d’arte di Harry Rodger Webb (Lucknow, 14 ottobre 1940) è un cantante e attore inglese.

Considerato il cantante più popolare e di maggior successo nel Regno Unito, il suo repertorio musicale è essenzialmente pop.

Dopo aver risieduto per gran parte della sua vita nel Regno Unito, nel 2010 ha confermato di essere un cittadino delle Barbados. Più recentemente, divide il suo tempo tra la permanenza nelle Barbados e nel vigneto di sua proprietà in Portogallo.

 Richard ha venduto più di 260 milioni di registrazioni in tutto il mondo. Nel solo Regno Unito ha venduto più di 21 milioni di singoli, che lo classificano al terzo posto tra gli artisti con i singoli più venduti nel mercato britannico, dietro ai Beatles ed Elvis Presley.

Assieme alla sua band di supporto, The Shadows, Richard è diventato inizialmente noto come cantante del rock and roll britannicodall’immagine ribelle, similarmente ai suoi contemporanei Little Richarded Elvis Presley. Ha dominato il panorama musicale britannico pre-Beatles dagli ultimi anni cinquanta ai primi anni sessanta. Il suo singolo “Move It” del 1958 è stato spesso descritto come la prima autentica canzone rock and roll, tanto da portare John Lennon ad affermare che “prima di Cliff e i Shadows, non valeva la pena ascoltare niente della musica britannica.”L’avvicinamento alla fede cattolica e il conseguente alleggerimento del suo stile musicale lo hanno in seguito portato a produrre musica leggera, e in alcune occasioni musica di ispirazione cristiana.

Con una carriera lunga più di cinquant’anni, Richard è annoverato tra i più grandi artisti del panorama musicale del Regno Unito, avendo ottenuto numerosi dischi d’oro e di platino oltre che riconoscimenti, inclusi tre BRIT Awards e due Ivor Novello Awards.

14 Ottobre 2017 Ottobre 2003: il brano “White flag” di Dido #1 delle hitchart.

Ottobre 2003: il brano “White flag” di Dido #1 delle hitchart.

White Flag è il singolo che anticipò l’uscita del secondo album della cantante Dido Life for Rent del 2003.

Il singolo ottenne un incredibile successo in tutto il mondo, raggiungendo le vette delle classifiche dei singoli più venduti in diversi paesi, compresa l’Italia, restando tutt’oggi il maggior successo commerciale della cantante, nonché uno dei brani più rappresentativi della sua discografia.

Il brano ottenne anche una nomination ai Grammy Awards come “miglior performance pop femminile”, premio che poi andò a Beautiful di Christina Aguilera.

Classifica del 14/10/2003

1 White flag Dido
2 Obsesion Aventura
3 Where is the love? Black Eyed Peas
4 Never leave you (Uh-Ooooh) Lumidee
5 Don’t call me baby (Can’t take my eyes off of you) Mina
6 La mia ragazza mena Articolo 31
7 Almeno stavolta Nek
8 Xverso Tiziano Ferro
9 You weren’t there Lene Marlin
10 Get busy Sean Paul
14 Ottobre 2017 L’ombrello che dice quando sta per piovere.

L’ombrello che dice quando sta per piovere.

Ideato da una società francese, arriva un curioso e innovativo ombrello in grado di avvisare quando sta per piovere e di aiutare i più sbadati a ritrovarlo nel caso lo perdessero.
Il suo nome è Oombrella ed è collegato ad un’app che si installa nello smartphone, inviando notifiche grazie ai numerosi sensori presenti sull’ombrello: luce, pressione, temperatura e umidità. Questo prodotto, però, non è solo un gioiellino tecnologico.

 I suoi inserti in kevlar, infatti, gli permettono di resistere anche a fortissimi venti. L’oggetto è inoltre adatto ai più sbadati: impossibile dimenticarlo da qualche parte dato che viene inviata una notifica al proprietario quando ci si allontana troppo da lui.
Il prezzo previsto non sarà esattamente economico: 80 dollari o 59 dollari per chi lo prenota nella pagina ufficiale del progetto su Kickstarter. E per chi è legato al proprio vecchio ombrello niente paura, è possibile comprare il kit dei sensori da applicare a qualsiasi ombrello.
14 Ottobre 2017 Perché per molte civiltà avere figli maschi è importante?

Perché per molte civiltà avere figli maschi è importante?

Nelle culture primitive probabilmente non c’erano particolari preferenze. I discendenti di entrambi i sessi erano una importante risorsa perché, insieme ai genitori, provvedevano alla sopravvivenza della famiglia e del gruppo. C’erano però differenze sessuali di ruolo: i maschi cacciavano, le femmine si occupavano della raccolta.
I cambiamenti della civiltà contadinaLe cose cambiarono con l’avvento dell’agricoltura, la nascita dei patrimoni famigliari, e la definizione di un asse ereditario da padre a figlio. I maschi difendevano il territorio, dunque restavano in famiglia anche dopo il matrimonio: venivano incaricati di curare i genitori anziani. Per evitare spartizioni, le femmine venivano invece fatte accogliere dalla famiglia dello sposo, anche a costo di dover pagare una ricca dote. Esempi di questo tipo di struttura sociale sono evidenti in alcune popolazioni cinesi e indiane, ma ne restano tracce anche nei Paesi occidentali.

14 Ottobre 2017 Il sogno di ogni uomo.

Il sogno di ogni uomo.

Ricostruito il pene di conigli. Solo un esperimento, ma in futuro…

È stato ricostruito, in un laboratorio della Harvard Medical School, un frammento del pene di coniglio, partendo dalle cellule degli animali stessi. I conigli sono stati in grado di accoppiarsi anche con gli organi ricostruiti. La difficoltà del progetto stava nell’estrema complicazione di un organo come il pene, che consiste di tre strati cilindrici affiancati e interconnessi con nervi, vasi sanguigni e tessuto connettivo. I due cilindri più grossi, definiti corpi cavernosi, sono molto difficili da ricostruire, ma il gruppo guidato da Anthony Atala ce l’ha fatta.
Accoppiamenti lampo. Prima sono stati estratti fibre di tessuto di sostegno (collagene) e altre parti dal pene di alcuni animali; le cellule di altri tessuti sono state poi fatte crescere separatamente e infine aggiunte al collagene. Dopo pochi giorni, assomigliavano al tessuto erettile del pene di coniglio. L’ultimo passo è stata la sostituzione di parte dell’organo dei conigli con le “strutture” ricostruite. Trenta secondi dopo essere stati messi in una gabbia con una femmina, i conigli hanno potuto accoppiarsi e fecondare la partner. Anche se la pressione generata dal pene ricostruito era circa la metà di quella prodotta dal pene normale. Le prospettive per la ricostruzione dell’organo anche negli uomini sono però abbastanza lontane.
13 Ottobre 2017 Amari: Gatti in polvere è uno dei “Dischi Flash” della settimana

Amari: Gatti in polvere è uno dei “Dischi Flash” della settimana

Gli Amari hanno attraversato gli ultimi venti anni di musica indipendente italiana, riuscendo ad affinare la propria personale visione della musica pop, spaziando con naturalezza fra influenze musicali distanti e assimilando nel tempo suoni nuovi e vecchie scoperte.

amariNati a Udine sul finire degli anni Novanta come duo hip hop, Dariella e Pasta capiscono in fretta quanto le barriere di genere gli stiano strette: iniziano così a sperimentare fra i generi e allargano il gruppo con l’inserimento del terzo elemento chiave, Cero, al basso. In seguito alla vittoria del Festival Arezzowave nel 2000, e all’album Apotheke (2002) prodotto dallo stesso festival, conoscono quello che diverrà il produttore storico della band, Leonardo “Fresco” Beccafichi che, dopo il loro terzo album Gamera (2003) – miscela a base di rap underground, chitarre folk ed elettronica – ricoprirà un ruolo fondamentale nell’evoluzione del sound Amari.

E’ con lui infatti che la band dà vita nel 2005 a Grand Master Mogol: l’album è a fuoco come mai prima, gli ingredienti sonori sono mescolati con naturalezza, i testi, sino ad allora immaginifici ed enigmatici, si fanno più concreti e intimi. Allo stesso modo, la loro immagine diviene peculiare, con un immaginario colorato e pop sostenuto dai video del regista DanXzen. L’album, autoprodotto dalla Riotmaker Records (dello stesso Pasta e del socio Luka Carnifull), viene notato dalla Warner Music ed è così che viene siglato un accordo che porta l’etichetta a una produzione e distribuzione major, pur restando indipendente nelle scelte artistiche. Gli Amari iniziano un tour di date in tutta Italia e la formazione si allarga a cinque elementi. Nel 2007 esce Scimmie d’Amore. L’album (il primo per Riotmaker/Warner) si caratterizza per un pop ecclettico e giocoso, per una copertina iconica e una divisa live inconfondibile, con dei pettorali gialli scimmieschi, e per un secondo, lungo, tour italiano. A tour concluso gli Amari decidono di assecondare la loro voglia di registrare “tutti inseme”, riunendosi nello studio di registrazione pordenonese del loro nuovo chitarrista Enrico Berto e dando vita a Poweri (2009), un album in cui si mettono alla prova anche con testi in lingua inglese. Nel 2010 Dariella, Pasta e Cero (nucleo storico della band) tornano a collaborare con Leo Fresco nel suo Malkovich Studio di Città di Castello: dopo due anni di gestazione nasce Kilometri. L’album segna la riscoperta della più tradizionale musica pop e cantautorale italiana e la ricerca di un sound più essenziale. Al trio si aggiunge inoltre Simone Sant per le parti elettroniche, di tastiere e batteria. Nel corso del tour che segue l’uscita dell’album, gli Amari scrivono il materiale per la colonna sonora del film Maicol Jecson (2014) di Francesco Calabrese, divertendosi a giocare per la prima volta con la musica a commento sonoro per le scene di un film. Nel 2015 si chiudono nuovamente in studio con il solo intento di divertirsi, scrivendo di getto e improvvisando con sample presi da vecchi dischi, sintetizzatori e drum machine: due anni dopo ne esce Polverone, il disco più elettronico della band e il primo ad uscire per la label romana Bomba Dischi: Gatti in polvere è la nostra scommessa italiana di questa settimana, è uno dei dischi flash sulla “radio che funziona”; Radio Flash.

continua a leggere le altre notizie

13 Ottobre 2017 Bryan Adams: “Ultimate” dal 3 Novembre nei negozi di dischi

Bryan Adams: “Ultimate” dal 3 Novembre nei negozi di dischi

Bryan Adams dal 3 novembre nei negozi la sua raccolta “ULTIMATE” che contiene tutti i brani più belli della sua carriera e due nuove canzoni Ultimate Love” e “Please Stay”, dal 20 Ottobre in Radio Flash

Bryan AdamsBryan Adams ha annunciato per il 3 novembre l’uscita del suo “ULTIMATE”, la raccolta dei brani migliori della sua carriera corredata da 2 nuove canzoni, “Ultimate Love” e “Please Stay”.

I 21 brani che compongono l’album sono disponibile da oggi per il preorder su tutti i partner digitali.

Conosciuto in tutto il mondo per il rock and roll e le grandi ballate, BRYAN ADAMS è davvero un’icona musicale. Con in curriculum una lunga serie di premi incluso un Grammy, un American Music Award, un Ivor Novello e innumerevoli Juno Awards.

Ma Adams non è solo musica ma anche filantropia grazie alla sua The Bryan Adams Foundation, grazie alla quale Adams vuole dimostrare che l’impatto della cultura pop va oltre alla semplice musica.

L’obiettivo di “Ultimate” è quello di condensare l’enorme catalogo di Bryan Adams – 13 studio album, 5 live album, 5 raccolte e più di 75 singoli – in 21 tracce dando la certezza all’ascoltatore di riuscire a cattura la vera essenza di una carriera fatta di innumerevoli hit come “Cuts Like A Knife” e “Run To You”, “When You’re Gone” con Melanie C e “Cloud Number Nine”.

Ovviamente nessun best of potrebbe essere completo senza il successo mondiale “(Everything I Do) I Do It For You” e hit come “Summer Of ’69”, “Have You Ever Really Loved a Woman?” e la collaborazione con Rod Stewart e Sting “All for Love”.

Ma “ULTIMATEnon contiene solo i brani più conosciuti di Adams ma anche due nuove canzoni, le prime dopo 2 anni di silenzio, “Ultimate Love” e “Please Stay”, brano quest’ultimo disponibile insieme al preorder e dal 20 ottobre nelle radio italiane.

Come cantautore e musicista, non smetti mai di creare, è quello che fai – racconta ADAMSquindi anche se questa collezione è una “ultimate collection” io continuo a guardare avanti.

I due brani inediti, scritti con il mio collaboratore di lunga data Jim Vallance sono: “Ultimate Love”, che abbraccia l’idea che nonostante l’incertezza di questo mondo l’amore è quello che alla fine cerchiamo, e “Please Stay”, una canzone scritta pensando al musical di Broadway PRETTY WOMAN, basato sul Film di Gerry Marshall”.

Questa la tracklist di “ULTIMATE”:

  1. Go Down Rockin’

  2. Can’t Stop This Thing We Started

  3. Run To You

  4. Ultimate Love *BRAND NEW TRACK*

  5. Heaven

  6. It’s Only Love (with Tina Turner)

  7. Here I Am

  8. When You’re Gone (with Melanie C)

  9. Cloud Number Nine

  10. (Everything I Do) I Do It For You

  11. You Belong To Me

  12. Summer Of ’69

  13. Have You Ever Really Loved A Woman?

  14. Somebody

  15. Please Forgive Me

  16. Cuts Like A Knife

  17. The Only Thing That Looks Good On Me Is You

  18. All For Love (with Sting & Rod Stewart)

  19. Back To You

  20. Please Stay *BRAND NEW TRACK*

  21. 18 Til I Die

Connect with Bryan Adams: Twitter | Instagram | Facebook | Official Website

Clicca e aggiornati sulle nuove uscite

13 Ottobre 2017 Il segreto del fascino? È nella guancia.

Il segreto del fascino? È nella guancia.

Secondo un recente studio, il segreto del fascino di un uomo starebbe proprio sulle sue guance…

Si è discusso sul taglio degli occhi, sulla forma del naso, sulla flessuosità delle mani, sulla consistenza del fondoschiena: qual è il tassello fondamentale che rende un uomo “affascinante” e desiderabile? I ricercatori non hanno dubbi: basterebbe infatti una rapida occhiata ad una guancia per deciderlo…
Ad ognuno il suo
In quella piega della pelle che si delinea col sorriso ogni donna sarebbe capace di leggere le doti genetiche dell’eventuale partner. Questo afferma una ricerca dell’università di Newcastle, che ha registrato le scelte di un campione di donne il cui compito era quello di giudicare il viso maschile più attraente… dalla sola guancia.

Specchio delle mie brame….
Il titolo di “più attraente” è andato mediamente al maschio che si è verificato possedere il patrimonio genetico più distante a quello della stessa donna. La ricerca partiva dal presupposto infatti che due patrimoni genetici – il più diversi possibili – siano in grado di generare una variabilità alta, utile nella logica evolutiva di una migliore sopravvivenza.
Non è la prima volta che la ricerca scientifica tenta di indagare i misteri dell’attrazione tra sessi. Il professor Michael Cunningam, dell’università di Louisville, ha verificato come anche le labbra e occhi siano fondamentali nella scelta del partner.

Più grandi sono, meglio è….

Sia per le donne che per gli uomini labbra turgide e ben fatte sono sinonimo di sensualità e fascino. Attenzione agli eccessi, però: ricorrere al chirurgo per modellare la bocca può essere controproducente visto che l’esagerazione sarebbe tutt’altro che attraente. Per gli uomini, invece, bando a bocche troppo femminee, ma passino labbra piene e rosseggianti. Al primo posto nei criteri di scelta, poi, anche gli occhi che devono essere grandi e luminosi…