Verso le vie legali. Gli Stones a Trump: fuori dai comizi le nostre canzoni

I Rolling Stones hanno messo in guardia Donald Trump: se continuerà ad utilizzare i loro pezzi nei
suoi eventi elettorali, rischierà azioni legali.

Ieri il tycoon ha pubblicato su Twitter un video in cui alcuni suoi supporter gridano «white power» poi lo ha cancellato.

A Tulsa, nello Stato dell’Oklahoma, la campagna del presidente ha deciso di riproporre le note di ‘You can’t always get what you want’, un classico del 1969 degli Stones. Questo nonostante la diffida già a suo tempo inviata dagli avvocati del gruppo, dopo che il brano fu usato da Trump durante la campagna del 2016.

Autore: Carmelo Scalisi

Condivi su