Vincenzo Bellini “il cigno” catanese

Vincenzo Bellini ovvero Vincenzo Salvatore Carmelo Francesco Bellini, è stato un compositore italiano tra i più noti del XIX secolo.

Nacque a Catania il 3 novembre 1801 dove studiò musica fino a 18 anni, prima di trasferirsi a Napoli.

Ad ogni modo è a Milano dove Vincenzo Bellini si consacra è viene considerato alla stessa stregua di Gioacchino Rossini.

Tra il 1827 e il 1829 a Milano vanno di scena “Il pirata” e “La straniera” con clamorosi successi.

Altre opere scritte per il pubblico milanese: “La sonnambula” 1831, “Norma” 1831 e “Parigi”  (I Puritani) 1835.

Nel 1830 Vincenzo Bellini compone due opere per il Teatro “La Fenice” di Venezia: “I Capuleti e i Montecchi” e nel 1833 “Beatrice di Tenda”.

Successivamente l’anno dopo Vincenzo Bellini si trasferisce a Parigi dove incontra Chopin uno dei più grandi compositori d’Europa.

Nella capitale francese Bellini per il Teatro dell’Operà, comporrà un’opera in lingua francese e alcune romanze; la sua vita artistica si spegne assieme a lui stroncato alla giovane età di 33 anni, il 23 settembre del 1834 a Puteaux, da un’infezione intestinale.

La sua salma riposò fino al 1876 nel cimitero di Père Lachaise; successivamente venne traslata il 23 ottobre 1876 nel Duomo di Catania.

 

 

Autore: Carmelo Scalisi

Condivi su